martedì 17 gennaio 2017

La Pedemontana nel fosso, dibattito pubblico sul futuro della "più grande infrastruttura in costruzione" secondo la definizione di Luca Zaia.


http://strademorte.blogspot.it



LA SPV NEL FOSSO
sotterrarla per sempre o pensare
ad una vera alternativa



Una delle opere più costose del Paese, la Pedemontana Veneta, sta miseramente crollando sotto il peso di una architrave finanziaria che non regge. Dopo anni di denunce pressoché inascoltate i dubbi dei critici della prima ora hanno trovato innumerevoli conferme... Cassandra aveva ragione


Francesco Celotto, Carlo Costantini, Massimo Follesa e Marco Milioni, autori del libro ‘Strade morte, discuteranno in un dibattito aperto al pubblico degli ultimi sviluppi del sistema infrastrutturale del Veneto che annaspa in un mix micidiale di ambiente ferito e conti pubblici da brivido

L’incontro è a cura del Covepa - Coordinamento Veneto Pedemontana alternativa
wwwcovepa.blogspot.com

giovedì 26 gennaio 2017 - ore 20,45
sala Tolio via Da Ponte 37
36061 Bassano del Grappa (VI)



INGRESSO LIBERO - info: +393460261017

venerdì 13 gennaio 2017

MAMMA LI TURCHI IN PEDEMONTANA VENETA! i senatori Mario Dalla Tor e Franco Conte interrogano Del Rio

Dopo l'harem di Vernizzi, i sultani piemontesi Dogliani muovono i giannizzeri? Mamma li turchi!
Trombe e tamburi dei  senatori di Area popolare Ncd-Centristi per l’Italia, Mario Dalla Tor e Franco Conte, in un’interrogazione al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti
(CLICCA PER LEGGERE IL POST DI AGENPARL) – Roma, 11 gen 2017 – Quali azioni intende mettere in campo il Governo per “risolvere i sicuri rallentamenti che si verificheranno nell’iter di approvazione del progetto della Superstrada Pedemontana Veneta, dopo il mancato rinnovo dello stato di emergenza e quindi della conseguente cessazione delle attività del Commissario delegato?”. Lo chiedono i senatori di Area popolare Ncd-Centristi per l’Italia, Mario Dalla Tor e Franco Conte, in un’interrogazione al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti.

sabato 7 gennaio 2017

Se le notizie camminassero da sole di Massimo Follesa

http://www.mamme.it/assets/jeans-skinny.jpg
In una parte dell'opinione pubblica esiste una sorta di pregiudizio in ragione del quale le testate on-line sono in qualche modo la cenerentola dell'informazione. Alle volte è vero, soprattutto perché si tratta di quotidiani giovani, attrezzati con pochi mezzi rispetto ad altre grandi corazzate. Ma rimango dell'opinione che alla fine a fare la differenza, almeno sull'importanza dei contenuti, non siano tanto le dimensioni, bensì la bontà e il peso delle notizie. Ovviamente nessuno nega la potenza di fuoco dei media mainstream, ma non di rado le eccezioni fanno capolino.
Un esempio che ho potuto constatare da vicino arriva da quell'enfant terrible di Marco Milioni (mi si passi il termine enfant, vista la ottuagenarietà dei big name del panorama italico). Che con due colpi ben assesstati su Vvox.it ha simpaticamente obbligato il grosso della stampa nazionale e regionale a rincorrerlo a perdifiato tra i villi intestinali delle vicende venete meno nobili.

IL RESOCONTO DELLA GIORNATA PER L'EPIFANIA DELLA TERRA SECONDO LA TRIBUNA DI TREVISO DEL 7 GENNAIO 2017 P.26-27


Video intervista a Massimo Follesa del COVEPA 30/12/16 di Costantino Roger Rover

La Pedemontana Veneta costa già 250€ per ogni famiglia veneta

Riceviamo e pubblichiamo una nota dell’attivista del Covepa, Francesco Celotto, sulla Pedemontana Veneta. Tratto da VVox.
Leggo sulla stampa regionale delle lamentele del leghista Ciambetti, presidente del consiglio regionale del Veneto, in merito al salvataggio a opera dello stato della banca Mps che costerebbe 333 euro a famiglia. Lamentele che condivido pienamente ma chiederei al buon Ciambetti di guardare prima in casa nostra, a partire dal disastro della Superstrada Pedemontana Veneta, opera inutile, project financing alla “veneta” priva di soci disposti a finanziarla. Costata comunque già alle casse dello stato e della regione Veneto oltre 500 milioni di euro alla faccia della opera in project pagata interamente dai privati. Ad oggi secondo i nostri calcoli la concessionaria SIS ha tirato fuori forse 50 milioni sui 1600 che dovrebbero essere a suo carico. Come pensa Ciambetti e il suo presidente Zaia di risolvere il bubbone Spv? Chi pagherà la strada? Quando sarà finita? Il tracciato verrà modificato?

La superstrada fortemente voluta da Galan (quando Zaia era comunque vicepresidente del Veneto) non è stata minimamente messa in discussione dalla Lega, nonostante la sostanziale insostenibilità finanziaria nota sin dal 2010 quando partirono i primi cantieri. La Spv è già costata alle famiglie venete 250 euro non troppo distanti quindi dai 333 euro del salvataggio di MPS. Consiglierei quindi a Ciambetti di fare meno demagogia spicciola, buona forse per i discorsi da bar e concentrarsi di piu’ sui gravi problemi in casa nostra sui quali il partito di governo regionale attuale, la Lega, non ha brillato per visione, proposte e soluzioni. Non dimenticando il disastro delle due popolari nostrane costate la bellezza di 11 miliardi di euro di capitalizzazione andati in fumo senza che nè Zaia nè la Lega abbiano mai mostrato di avere un piano per alleviare il disastro patito da 205.000 soci, la metà dei quali residenti in regione.
Francesco Celotto – Covepa

giovedì 5 gennaio 2017

Epifania della Terra: come raggiungere la Madonna del Caravaggio Ven 6/01/17 ore 14.30

Per raggiungere il luogo dell'incontro di Venerdì 6 gennaio 2017 alle ore 14.30, dove celebraremo insieme l'Epifania della Terra, suggeriamo 4 percorsi da differenti luoghi di riferimento:

Il primo da Bassano del Grappa e lo puoi seguire con il link https://goo.gl/maps/ybGqUuTv6kM2 




martedì 3 gennaio 2017

Epifania della Terra: le parole di don Albino

Carissima/o, sono stato sollecitato anche quest'anno alla celebrazione della "Epifania della Terra".
Ringrazio tutte le persone che stanno preparando e propagandando l'evento. 
Sento anch'io particolarmente importante trovarci:
  1. Abbiamo bisogno di scoprirci interni e partecipi dell'unica vita;
  2. Ci troviamo anche per riconoscere ed essere riconoscenti per l'impegno e il lavoro di tutti i comitati e per convocare quante più realtà possibili;
  3. La Terra non entra nè nei progetti della Regione e dei Comuni, salvo alcune eccezioni. La "Laudato Sì" non costituisce ancora il libro della pastorale delle parrocchie. E' già un documento del passato.
  4. Abbiamo bisogno di custodire fiducia nella resistenza, ma anche di vivere in positivo e con gioia le scelte che facciamo per la Terra. 
Approfondisci tutto il testo.

AZIENDA AMICA DELLA MORETTI DENUNCIATA PER SCHIAVISMO! É la stessa Moretti che vuole la SPV?

Il CoVePA si chiede se é la stessa Moretti che vuole la Pedemontana Veneta a qualunque costo, e che ha ripetutamente incontrato l'ing. Vernizzi difendendone l'operato, considerandolo degno di essere riconfermato come commissario.
Il portavoce vicentino del CoVePA, l'arch. Massimo Follesa, dichiara: "Noi siamo contro gli schiavisti della Terra e le loro amichette, anche per riflettere su queste ipocrisie della nostra società il 6 gennaio celebreremo l'eucarestia per l'Epifnia della Terra al Santuario della Madonna del Caravaggio a Vedelago TV".
di seguito l'intero comunicato

lunedì 2 gennaio 2017

Pedemontana Veneta La Corte dei Conti smaschera l’imbroglio

Torniamo sulle reali ragioni alla base dell'annullamento dell'emergenza e della nomina di un commissario di protezione civile per la Pedemontana Veneta, pubblicando un intervento di Ilario Simonaggio responbile dell'Area Ambiente Territorio e Reti della CGIL Veneto, tratto da Tera e Acqua di dicembre-gennaio 2016/2017.

"Unica via d'uscita è la “rinazionalizzazione” delle autostrade: è facile fare l’imprenditore con il rischio d’impresa scaricato sulle Istituzioni pubbliche. Se deve essere lo Stato a pagare, tanto vale che sia lui stesso a gestirle e incassare i guadagni dei pedaggi."
Viene quasi dato per certo che la prossima comunicazione della Corte dei Conti porti insieme alle tante censure la richiesta di “danno erariale” a carico di vari soggetti distratti, negligenti, o….peggio.

domenica 1 gennaio 2017

Un grande ringraziamento

Un grande ringraziamento va a tutti gli aderenti, i militanti, i cittadini e gli espropriati che danno forza al CoVePA! Anche alle loro famiglie e a chi segue questa pagina buon nuovo anno! Diamo appuntamento a tutti all'Epifania della Terra.
Tanto di cappello per tutti questi anni in cui non avete mollato e avete tenuto il punto sulla Pedemontana Veneta.
Se anche andasse a compimento cosí e non si facessero modifiche, rimarrà la testimonianza di una grande forza popolare, ribelle, di militanza che é cresciuta e sta maturando. 
E poi possiamo dire che il CoVePA è sopravvissuto a commissario e emergenza: nel 2017 il CoVePA c'è ancora, quell'altro non più!
Restiamo però con i piedi per terra: si tratta di una battaglia, vediamo di vincere la guerra, perchè rischiamo di ritrovarci lui, l'innominatoZ e i suoi bravi sottomentite spoglie per continuare con la truffa della superautostrada.